Questionario sullo stile comunicativo

Obiettivo del questionario è renderti consapevole della tua tendenza ad assumere di preferenza un certo stile comunicativo tra passivo, aggressivo e assertivo.

Rispondendo onestamente e in caso di incertezza tra le opzioni proposte, scegli quella che meno si allontana dal tuo comportamento più tipico.

La compilazione ti richiederà al massimo 10 minuti.

Sono aperto e franco per ciò che riguarda i sentimenti.

Quando mi si fa un complimento qualche volta per l’imbarazzo non so cosa dire.

A volte io cerco una buona e vivace discussione.

Trovo imbarazzante restituire della merce.

Mi è capitato di evitare di fare delle domande per paura di sembrare stupido.

La maggior parte delle persone sembra essere più affermativa e più sicura di quanto lo sia io.

Tendo a tenermi dentro tutto piuttosto che fare scenate.

Spesso ho difficoltà nel dire “no” a qualcuno.

Quando ho fatto qualcosa di importante e degno dell’attenzione faccio in modo che gli altri lo vengano a sapere.

Sono attento nel cercare di evitare di ferire i sentimenti delle altre persone, anche quando sento di essere stato offeso.

Ho avuto delle perplessità a chiedere o ad accettare degli appuntamenti per la mia “timidezza”.

Mi sforzo di fare progressi come la maggior parte delle persone nella mia posizione.

Se un conferenziere conosciuto e rispettato fa un’affermazione che penso sia sbagliata, farò in modo che la sala abbia poi l’opportunità di ascoltare anche il mio punto di vista.

Faccio presto ad esprimere un’opinione.

Se un commesso si è dato un gran da fare nel mostrarmi certi articoli da vendere, senza che io abbia trovato qualcosa di molto adatto alle mie esigenze, ho difficoltà nel dire “no grazie, non lo acquisto”.

Mi piace dare il via alla conversazione con persone appena conosciute o con estranei.

Se dovessi o chiedere un posto di lavoro o l’ammissione ad una certa scuola, preferirei farlo scrivendo delle lettere piuttosto che sostenendo un colloquio diretto.

Se al ristorante mi viene servito qualcosa che non è preparato in modo per me soddisfacente, mi lamento di questo con il cameriere.

Spesso non so cosa dire quando mi trovo con persone attraenti del sesso opposto.

Quando mi comporto onestamente spesso gli altri se ne approfittano.

Quando mi viene chiesto di fare qualcosa io insisto per sapere il perché.

Ci sono delle volte in cui non riesco proprio a dire niente.

Chiunque tenti di passarmi avanti in una fila, poi se la deve vedere con me.

Se una coppia vicino a me al cinema o ad una conferenza si mette a parlare a voce piuttosto alta, le chiedo di smettere o di continuare la conversazione altrove.

Esprimo delle lamentele per un servizio scadente in un ristorante od in un altro posto.

Esito se c’è da prendere un contatto telefonico con aziende commerciali o con istituzioni.

Se qualcuno sta diffondendo delle falsità e delle malignità su di me, faccio in modo di incontrarlo subito per avere un chiarimento.

Evito di discutere sui prezzi con impiegati e venditori.

Durante una discussione a volte ho paura di agitarmi tanto da cominciare a tremare tutto.

Se un parente stretto e tenuto in considerazione mi sta annoiando con i suoi discorsi, preferirei nascondere le mie emozioni, piuttosto che esprimere la mia noia.

Se vuoi ricevere i risultati anche per posta, inserisci qui sotto la tua mail e premi Invia. Altrimenti, premi semplicemente il pulsante Invia e vedrai i risultati in questa pagina.

Se vuoi ricevere la mia newsletter settimanale con consigli per il tuo sviluppo professionale e personale (NO SPAM) seleziona l’opzione Newsletter.

Nome
Email