Perché il cliente dovrebbe acquistare da te? Il dilemma tra online e offline

Ormai possiamo acquistare tutto online, anche i generi di prima necessità come cibo e medicinali, che prima erano forse l’unico baluardo della vendita offline, e questo mi fa riflettere su sull’evoluzione che sta avendo il mondo della vendita e della consulenza.Lamentarsi con Amazon o con il governo non credo migliori la situazione, di fatto ci fa solo spostare il problema fuori di noi togliendoci qualsiasi possibilità di azione.In psicologia, questo si chiama locus of control: se pensiamo di avere il controllo della nostra vita, allora abbiamo un locus interno, se invece pensiamo che non dipende da noi, allora abbiamo un locus of control esterno. Chiaramente, chi di solito ha una forma mentis di questo tipo vive recriminando e lamentandosi con il sistema senza mai cambiare nulla.Tornando quindi al tema di cui parlavo all’inizio, dobbiamo certamente prendere consapevolezza del fatto che acquistare online è veloce, spesso economico, e l’offerta è ormai molto vasta. Inoltre la consapevolezza media dei clienti si è molto alzata negli ultimi anni.Che fare, quindi? Lamentarsi ed accettare il declino o trovare una strada diversa?Oggi un cliente per acquistare proprio da te lo deve decidere.E se lo decide è perché trova in te qualcosa di speciale che hai solo tu e che gli fa superare il fatto che sei meno veloce, che sei magari meno economico, ecc.La domanda “potente” alla quale devi rispondere per iniziare a cambiare le cose, a questo punto non può che essere la seguente:

Perché il cliente dovrebbe acquistare da te?

Risposte sincere ed originali portano a risultati concreti…

Sono un coach e un formatore, lavoro soprattutto con consulenti di vendita e manager. I miei percorsi sono sia individuali che di team. Contattami per saperne di più: antonio@sanna.coach

Antonio Sanna

Coach | Formatore


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *